Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Stagione dei carciofi

A Roma l'eccellenza è rappresentata dal "Carciofo romanesco" che unito alla 'nduja può essere servito tra gli aperitivi o come secondo piatto 

Ingredienti:

  • 8 carciofi
  • 150 g di ‘nduja
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 50 g di olive nere snocciolate
  • Pangrattato
  • Succo di limone
  • Olio extra vergine di oliva            
  • Sale

Pulite i carciofi, tagliateli a spicchi e metteteli a bagno in acqua e succo di limone, lasciare a riposo per circa 30 minuti. Dopo averli sgocciolati, metteteli in una padella con aglio e olio, lasciare rosolare per 20 minuti, aggiungete la ‘nduja e amalgamate. Dopo aver tolto l’aglio, mettete il tutto in una teglia da forno, unite le olive tritate, cospargete con pangrattato. Mettete nel forno, che avrete precedemente riscaldato, per 10 minuti, spolverate con prezzemolo tritato e servite caldo.

Buon appetito

 

Fonte: www.italiapic.org

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ottobre, il mese della zucca. Non tutti sanno che può essere anche piccante!

Selezionata dalla nostra redazione piccante.

Antipasto: Zucca della suocera. Una ricetta tipica di Bisignano in provincia di Cosenza

 

Ingredienti:

  • 1 Kg. di zucca gialla;
  • farina;
  • peperoncino a scaglie;
  • alloro;
  • aglio;
  • olio extra vergine di oliva;
  • sale. 

Preparazione:

Tagliate la zucca a liste e mettetele sotto sale con un peso sopra.

Dopo un paio d’ore sistematele in una teglia cospargendole, fra uno strato e l’altro, di farina e peperoncino a scaglie, aggiungendo qualche foglia di alloro e aglio tritato, assieme all’olio extra vergine di oliva.

Cuocete il tutto in forno, fino a quando non si sarà formata la crosta sulla parte superiore.  

Fate stiepidire e servite caldo insieme a crostini piccanti!

Fonte: www.italiapic.org

 

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Estate, tempo di pasti veloci, aperitivi e sfiziosità.

Abbiamo provato, per voi una ricetta suggerita dal sito Italiapic, è semplice, veloce da realizzare e gustosissima.

Ottima per bruschette e sfizi, ma anche come condimento per la pasta:

Ingredienti: 200 gr. di 'nduja, 200 gr. di ricotta di pecora, olio extra vergine di oliva, sale (Q.B.).

Preparazione:

In una ciotola irrorate con un giro d'olio la 'nduja e schiacciatela con i rebbi di una forchetta per renderla più morbida, incorporate la ricotta e un pizzico di sale. Amalgamate fino a ottenere una crema omogenea.

Pronta in 5 minuti.

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Fonte: Accademia italiana del peperoncino

Si dice, che un vero calabrese, si riconosce al ristorante: seduto al tavolo estrae un peperoncino di tasca e così, a piccoli morsi, accompagna il pasto, ovunque si trovi.

Ecco, questa leggenda trova il suo paradigma nell’elegante figura di Pepita che giunge però “dopo” il pasto con il caffè bollente, introducendo nel convivio un media culturale, per come si presenta, accattivante, curiosa, stimolante. Nessuno può sottrarsi, alla vista del suo manico, per come appare la famosa spezia, così vera - tanto da mordersi – a prima vista. L’oggetto è uno spot alla genuinità e naturalità assicurata dalle più classicheggianti curve della tazzina, vero elemento di un design assoluto: in Pepita, il metalinguaggio porta in luoghi e storie, dunque in culture universalmente note, ancorché geograficamente indefinibili, perché proprie dei buongustai e questi, si sa, sono dovunque.