Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Stampa

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Bellissimo pomeriggio quello del 29 luglio 2020 nella Sala dei Caduti di Nassiria a Palazzo Madama del Senato, per la conferenza stampa di presentazione della 28esima edizione del Peperoncino Festival che si svolgerà a Diamante dal 5 al 13 settembre 2020.

Presenti i consiglieri di Ipse Dixit, la delegazione romana dell’Accademia del peperoncino, tra i quali il campione dei mangiatori di peperoncino Arturo Rencricca, A presiedere la Conferenza erano presenti il senatore Ernesto Magorno, Sindaco di Diamante, Il Senatore Giampaolo Vallardi, Presidente della Commissione Agricoltura, Il Professore Enzo Monaco Presidente dell’Accademia italiana del Peperoncinio.

Il primo intervento è stato del Senatore Magorno, il quale ha detto che questa  28esima edizione sarà una edizione particolare, considerata l’emergenza Covid, il punto fondamentale sarà la sicurezza, però non mancheranno tantissimi appuntamenti anche a livello mondiale.

A seguire c’è stato l’intervento del Senatore Vallardi che ha parlato di un auspicabile connubio tra il Prosecco (essendo il senatore di origini venete) ed il peperoncino, che “sarebbe un buon motivo di unione tra nord e sud”, ha detto. Ha preso poi la parola il Presidente Prof. Enzo Monaco presentando le iniziative e le novità della 28 esima edizione del Peperoncino Festival:

Per una maggiore sicurezza sul territorio, ed evitare assembramenti si è deciso di prolungare la durata del festival; non saranno cinque giorni, ma nove: dal 5 al 13 settembre 2020

Tutti gli spettacoli del Festival saranno ad ingresso libero, ma su prenotazione, nel rispetto della tradizione del Festival: “Tutto all’aperto e tutto gratis senza biglietto” e con l’attenzione alle norme sul distanziamento.

Sabato 5 settembre al Teatro dei Ruderi di Cirella ci sarà il Galà di apertura con una produzione originale del Festival, un “Piccante show” con musica, magia e cabaret. In scena il Mago GentileNicole Magolie (testimonial mondiale di Maratea capitale di cultura), la Diamond Duo party band e Gabriele Cirilli.

Dopo il galà fino al 9 settembre ci saranno varie manifestazioni tra cui: “aspettando Re Peperoncino”, a Diamante “Mediterraneo Festival corto” e, a Cirella “Calici sotto le stelle”, nella stessa serata, il Sindaco Sen. Ernesto Magorno in Piazza del Municipio, assieme alla madrina Valeria Marini, consegnerà le chiavi della città a Sua Maestà Re Peperoncino (l’attore Gianni Pellegrino). Prenderanno il via le 5 giornate più piccanti dell’anno con: teatro di strada, musica, gruppi folk, satira e cabaret con Beppe VoltarelliLallo CircostaGigi Miseferi, Annalisa InsardàPassepartout e lo Chef Kumalè, inoltre sfilata delle auto Ferrari, convegni medici con interventi del virologo Giulio Tarro, e il gran finale con la gara dei mangiatori di peperoncino.

La novità di quest’anno sarà l’evento “Rosso di sera” nella Terrazza Savonarola, con Musiche affidate a Gavino Murgia e Nello Salza, e poesie affidate a Mita Medici.

L’appuntamento con la letteratura sarà per commemorare i settecento anni della morte di Dante; sarà letta una versione della Divina Commedia in dialetto calabrese, per l’arte, per ricordare i 500 anni della scomparsa di Raffaello, ci sarà una Mostra del Prof. Enzo Monaco che ricorderà l’amore di Raffaello e Fornarina.

Domenica 13 settembre al Teatro dei Ruderi, la chiusura con un concerto per la pace promosso dalla Fondazione mondiale Voz Por la Paz, con il complesso italo-argentino di Odino Faccia. In occasione di questo 28esimo Peperoncino Festival Diamante sarà ufficialmente insignita del titolo di “Citta della Pace”.

Che dire, non resta che andare a Diamante e goderci…il 28° Peperoncino Festival.