Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Roma, 17 maggio. Tra i monumenti più belli del mondo, sotto un cielo limpido ed un caldo sole in 70 mila hanno corso contro il tumore al seno.

Un grande successo per Race for the cure, giunta alla 16esima edizione. A sostenere l’evento anche la “squadra piccante” di Ipse Dixit, delegazione romana dell’Accademia del Peperoncino Onlus, rappresentata dal Presidente Antonio Bartalotta, e dagli “Accademici” di tutte le età, dai 20 agli 80 anni che insieme hanno corso per la ricerca. Il presidente dell’Accademia Nazionale Enzo Monaco, impossibilitato a partecipare, ha espresso soddisfazione e compiacimento per la presenza della delegazione romana.

Sempre attenta a sostenere le iniziative solidali e a favorire il benessere attraverso lo sport e la sana alimentazione, Ipse Dixit non poteva mancare a questo evento che ogni anno si conferma come appuntamento di grande successo e molto atteso dai romani e da chi viene da fuori addirittura dall’estero, tanto che la “squadra piccante è stata intervistata anche da una TV polacca. Da sottolineare che l’edizione che si svolge a Roma è ai primi posti, a livello di partecipazione, tra le 152 che si svolgono nel mondo, sarà perché il percorso è davvero unico e ineguagliabile che diventa imperdibile, in pochi chilometri con partenza dal Circo Massimo si passa per Piazza Venezia, l’Altare della Patria, il Colosseo, Via dei Fori Imperiali, cosa altro chiedere?

Il Circo Massimo, grande arena di giochi e di combattimenti in passato, per tre giorni è diventato il villaggio della salute, dove è stato possibile parlare di sana alimentazione, fare sport, partecipare a convegni medici, fare screening per la prevenzione. Spazio per tutti: per i tanti giovani volontari pronti a fornire utili informazioni sul fitto programma, per i bambini che in un’area a loro riservata hanno potuto giocare, vincere premi e divertirsi, per donne e uomini di ogni età che hanno potuto fare anche visite mediche (si conta che negli ambulatori siano passate circa 25 mila persone), per le donne in rosa che hanno sconfitto il cancro o che con tutte le forze stanno combattendo per sconfiggerlo.

Oltre alla gara non competitiva, dove tutti hanno vinto, si è svolta anche la gara competitiva dove hanno partecipato circa 2mila atleti che ha visto arrivare in soli 15’18’ Devis Licciardi per gli uomini e Lavinia Bonesso 18’07 per le donne.

Madrine, ormai storiche della manifestazione Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi, presenti anche le istituzioni rappresentate dalla presidente della Camera Laura Boldrini e il ministro per le Riforme Costituzionali Maria Elena Boschi, oltre al Sindaco di Roma, Ignazio Marino.  

Guarda la photo gallery: